01 March 2010

Stefano Pilati and his new heroins

Inizia con la martellante Someone Great dei newyorkesi LCD Soundsystem lo show ready-to-wear di Yves Saint Laurent per l'autunno/inverno 2008, uno show che ipnotizza e ci obbliga a seguire i movimenti meccanico-robotici delle top models filiformi, che come automi sfilano impassibili con carrés e labbra corvine lungo un essenziale e luminoso white carpet. Apparentemente tutte uguali, presentano una collezione fatta di abiti stretti in vita, gonne al ginocchio e pantaloni anni '80 che sfogliano una gamma di colori autunnali con poche eccezioni (tra cui il ritorno del blu cobalto dalla precedente runway per la primavera/estate 2008), e che nonostante l'impronta di taglio maschile sanno celebrare sapientemente la sensualità grazie ad eleganti trasparenze, paillettes e tacchi vertiginosi. E' così che Stefano Pilati se la immagina la donna contemporanea: lontana dall'essere solo una diva, emancipata e quindi prontissima ad affermare la propria individualità. Da urlo.

No comments:

Post a Comment