04 June 2012

DIANA VREELAND A CASA DI MARIANO FORTUNY

Today I am English addicted. That's the jubilee. 

Now, enjoy your eyes with this beautiful post on the (controversial) exhibition dedicated to Diana Vreeland and her career as fashion director. Read more at (Poche) note di un passato fashion.

If dear fashion illustrator known as Paperfashion - answers to me within few days, there'll be a fabulous digression about her work. Meanwhile, let's wait...or I can say something anyway.

Cheers

10 May 2012

MET GALA 2012

Come al solito, il post sarà stringatissimo perché odio le pappardelle trite e ritrite. Come al solito, il post sarà anche molto semplice: alle foto seguirà un commento di super-approvazione o di disgusto senza confini. 
Sarebbe molto bello, inoltre, poter confrontare le mie opinioni con le vostre, dato che la società ci insegna che il monologo è roba da matti. You know what? I like it.

NO
Beyoncé

No dai per me scherzava, l'ha fatto per prenderci tutti in giro, in realtà il vestito vero se l'era portato dietro ma tra una barzelletta con Rihanna e un gossip con Kristen Stewart (nella prossima foto) si è dimenticata di cambiarsi. Peccato, era di sicuro meglio l'altro.


Kristen Stewart

L'abito è osceno e la sua espressione si traduce in: Chi siamo? Da dove veniamo? Dove andiamo?


Elizabeth Banks

Mary Katrantzou per la Banks. Non ne azzecca una per quanto mi riguarda.


MET DI LUCE / Bianca Brandolini D'Adda
Bianca Brandolini D'Adda

Sarà anche Dolce & Gabbana ma questo è troppo, e il troppo storpia. 



Se quello di prima era troppo questo J. Mendel è troppo poco. Che noia.


SI
Rihanna

Ladies and Gentlemen, this is Tom Ford. 


Florence Welch

Vabbè, lei sta bene anche con una cacca in testa, figurarsi con un McQueen...

Astrid Bergès-Frisbey

Raffinatissimo anche questo geometrico Chanel Couture.



Mary-Kate Olsen

E poi ci sono questi look minimal-gothic che amo alla follia. The Row per Mary-Kate Olsen. 


Carine Roitfeld


Nero grintosissimo anche per la Roitfeld in Givenchy Haute Couture (capito Anna Dello Russo? Non c'è bisogno di mettersi le torte in testa. Anche se sei director di Vogue Japan).


Caroline Sieber

L'eccezione che conferma la regola: Christopher Kane non mi è mai piaciuto, tant'è...


Linda Fargo

Infine inchiniamoci alla classe di Linda Fargo in Naeem Khan. 

Come concludere? Basta con le attrici, vediamo gli stilisti come si conciano: Marc Jacobs a sx mette allegria solo a vederlo (come i suoi abiti, del resto. Averne.); a dx Stefano Pilati, che se non lo avete ancora capito è il mio preferito. Stefano Pilati. Il mio preferito. Forse devo essere ancora più chiara. Stefano Pilati è il mio preferito. Ecco.

IdeaArte per TURNER MONET TWOMBLY

CLICCAMI E LEGGIMI/CLICK ON AND READ ME, è l'unico modo per capire di cosa parlo nel nuovo articolo pubblicato su IdeaArte il 7 maggio!
ENJOY!


William Turner, Long ship's lightouse-Land's end, 1834-35

23 April 2012

IdeaArte per Cindy Sherman

Rimando con gaudio al nuovo blog IdeaArte in cui ogni tanto spunto con articoli relativi a mostre internazionali che vorrei visitare e recensioni di mostre italiane personalmente degustate. 
La prima intrusione è stata venerdì 20 aprile con Una, nessuna, centomila, un post dedicato a Cindy Sherman, i cui lavori sono presenti al MoMA di New York fino all'11 giugno. 
If you can do it, do it.

Cindy Sherman for Comme des Garçons